News

L'importanza dell'istruttore

Discipline come la Marcia, il Fitwalking e il Nordic Walking sono molto tecniche, da qui l'importanza di un istruttore per poterle praticare nel modo migliore, ottenere il massimo dei benefici ed eseguire una preparazione corretta, senza incorrere in rischi.

La Marcia, infatti, come molti già sanno, è una specialità puramente tecnica, dove, la mancanza di competenza, non consente di eseguire un gesto tecnico corretto e che possa apportare dei benefici dal punto di vista fisico e salutare.
Stessa cosa accade per il Fitwalking, nel quale, sebbene non esistano le regole della Marcia atletica, i benefici dal punto di vista cardiovascolare nonché posturale, si possono ottenere solo con una esecuzione del gesto corretta.

Il Fitwalking, come tanti già sanno, deriva essenzialmente dalla Marcia atletica, non mantenendone la rigidità e le regole sportive dei codici Federali. Si tratta, ad ogni modo, della biomeccanica del camminare corretta per ottenere la massima velocità, facendo meno fatica possibile ed evitando tutti i traumi correlati ad un gesto scorretto e non adeguato. Camminare veloci serve a migliorare le proprie prestazioni, non per competere, bensì per un massimo coinvolgimento dell'apparato cardiocircolatorio, il quale, stimolato nella corretta maniera, può darci tanti benefici, quali il miglioramento della gittata cardiaca ed è un'ottima prevenzione per tutte le problematiche a carico dello stesso apparato. Ma, camminare veloci soltanto, non significa automaticamente migliorare le proprie prestazioni! Ovvero, per migliorare nel tempo e in maniera progressiva ed efficiente, è necessario seguire un programma di allenamento preciso, possibilmente personalizzato e adattato a tutta una serie di fattori, che spesso non sono replicabili per ogni persona. Camminare soltanto, eseguendo della uscite di camminata anche lunga, può apportare dei benefici soltanto nel primo periodo, ma, se non si creano deggli stimoli ben specifici e progressivi nel tempo, il nostro corpo tenderà, a un certo punto, a “stazionare” e smetterà di migliorare. Ecco che è necessario seguire una programmazione che sia in grado, nel tempo, di apportare dei miglioramenti crescenti e, ovviamente, consolidarli. Anche nel Nordic Walking valgono le stesse regole.

Spesso, capita di vedere persone che utilizzano i bastoncini specifici, ma, senza la conoscenza della giusta tecnica, e una programmazione adeguata, utile a consolidare il gesto tecnico e/o a migliorarlo, si rischia non solo di non ottenere i benefici che questa attività è in grado di riconoscerci generosamente, ma bensì di inficiarne l'utilità. Un gesto non eseguito in maniera corretta potrebbe, infatti, causare delle problematiche a livello posturale, così come un utilizzo scorretto del bastone potrebbe addirittura non soltanto non apportare dei benefici, ma bensì generare degli scompensi che, se consolidati con il tempo e “meccanizzati”, potranno essere di difficile correzione.
Per tale motivo, è importante rivolgersi a istruttore certificati e con una buona esperienza in tali discipline, evitando di seguire programmi scaricati da internet e di fare, quantomeno finchè non si ha una certa esperienza, da autodidatti.